books 

L'arte non è imitazione della realtà, ma interpretazione 
individuale di essa.

ROBERTO LONGHI

Breve ma veridica storia della pittura italiana

Sansoni Editore, 1988

Forms

Catalogo della mostra personale dell'artista Evita Andujar

“Questo è uno di quei casi in cui l'opera realizzata, in quanto superficie dipinta e bidimensionale,– commenta il critico e curatore Giuseppe Carli – sa avvicinarsi più alla scultura che alla pittura. Ogni serie è sempre collegata alla precedente, alle volte in maniera diretta, altre in modo inaspettato, ma il senso è sempre lo stesso: trasmettere la propria identità, che già dalla forma deve essere chiara ed efficace, senza inutili gestualità, utilizzando composizioni che partono dal disegno tradizionale e sfociano in quello semantico, che diventa sempre più complesso e vario. Le sue opere descrivono ricordi vividi e spunti per immaginare molteplici storie, senza però offrire una lettura definitiva o pienamente leggibile. La capacità di Evita Andújar - conclude Carli - di mantenere sempre quella tensione nei suoi dipinti dipende dalla gestualità pittorica prima, e poi dal magnifico uso della luce e del colore, che funge da scintilla sensoriale facendo ricordare cose viste e mai dimenticate.”

Gestuale

Catalogo della mostra personale dell'artista RojasLeon

“La scrittura ha in sè un potenziale visivo fatto di lettere e grafemi che oltre ad avere un senso e un suono legato alle convenzioni linguistiche, sono anche segni tracciati sul foglio– commenta il critico e curatore Giuseppe Carli – che sono leggibili anche come immagini, al di là del significato semantico che possiedono. Se n’erano già accorti i miniatori medievali quando trasformavano il capolettera in una piccola opera d’arte figurativa basandosi sulle forme geometriche delle varie iniziali. Nicolás Rojas León con la sua arte scrittoria si inserisce in questo processo comunicativo che è progredito sino ad oggi, passando nei primi anni del '900 con l’effetto onomatopeico delle parole di Filippo Tommaso Marinetti, il poeta futurista autore del celebre Zang Tumb Tumb alla Street Art. A prima vista le sue opere mostrano delle ovvie parentele formali con elementi entrati nella storia della pittura moderna, come le alternanze delle sapienti campiture di colore, grandi e piccoli gestualità che porta la scrittura ad appropriarsi dello spazio, transumando la fantasia a una condizione naturale e necessaria. Le scelte cromatiche - conclude Carli - variano in base ai concetti espressi nel testo, così al grigiore della notte corrispondono dei toni spenti, al fuoco fa riscontro una dominante rossa e al blu una prevalenza di toni freddi.”

Agata dal velo rosso

Testo Giuseppe Carli Illustrazioni Mariella Cusumano

Agata, una bellissima fanciulla dagli occhi scuri e capelli mossi, proviene da una nobile e ricca famiglia. La sua bontà la porta ad abbracciare la vita spirituale che non abbandonerà mai più, neanche per le ricchezze e le lusinghe di un prepotente proconsole dell'Impero romano.
Ispirata alla storia di Sant'Agata, questa fiaba, intima e coinvolgente, grazie a un testo semplice e a colorate illustrazioni a piena pagina, interesserà anche i più piccoli. Età di lettura: dai 3 anni

Florilegio su Maria

Catalogo d'arte

FLORILEGIO SU MARIA

18 maggio – 15 giugno 2019

 

 

Evento promosso da

Raffaello centro d'arte

Associazione META

Cerchi di Vita - Associazione di volontariato

Commenda Magione

 

Con il Patrocinio di

Assessorato regionale ai beni culturali e dell'identità siciliana

Dipartimento regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Palermo

ARS

Comune di Palermo

Comune di Monreale

Arcidiocesi di Monreale

Accademia di Belle Arti di San Martino delle Scale- ABADIR

 

Ideazione e progettazione:Rocco Micale

Curatela:Giuseppe Carli

Direzione: Sabrina Di Gesaro

Luogo: Chiesa SS. Trinità del Cancelliere detta Magione
Opening: sabato 18 maggio 2019, ore 18:30

Testi: Maurizio Massimo Bianco, Giuseppe Carli, Filippo Cucinotta, Fabiola Di Maggio, Giovanni Ferraro, Marina Giordano, Salvatore Grimaldi, Vincenzo Guzzo, Giovanni Medola, Rocco Micale, Alessia Riolo, Cosimo Scordato, Barbara Truden.

Organizzazione tecnico logistica:Luigi Riccobono

Redazione:Elvira Martino

Social Media:Ombretta Zora

Fotografie: Andrea La Rosa

Catalogo:Edity edizioni

Editing: Carmela Spinelli

Progetto Grafico:Angelo Marrone

Durata: 18 maggio – 15 giugno 2019

 

Artisti in mostra

Andujar, Arini, Bennici, Bonanno, Brancato, Calascibetta, Civiletto, Costagliola, Cusumano, Dalì Gianbecchina, Horat, La Scola, Lera, Liu, Lo Voi, Micale, Nicolosi, Pellegrino, Pupi Fuschi, Sciortino, Taccogna, Truncali, Vanadia, Vinciguerra, Warhol

Comoing soon

Catalogo della mostra personale dell'artista Pupi Fuschi

“Pupi Fuschi fa affidamento– commenta il critico e curatore Giuseppe Carli - sul suo istinto e sulla sua sensibilità, sulla propria originaria necessità di esprimersi, sulla trasportazione diretta delle proprie sensazioni, delle proprie esperienze e osservazioni in un’adeguata forma artistica, che però non è mai stata fine a se stessa ma ha sempre funzionato come forma di un contenuto. Le sue immagini nascono come una catena ininterrotta di suggestioni visive, che si ispirano contemporaneamente al processo del proprio divenire ed al mondo esterno. Si confondono i soggetti del suo ultimo ciclo in un imprecisato turbinio di memorie, che riguardano più l'intimo che il pubblico, un privato, però, che non ha nulla a che vedere con l'anonimo, una sorta di coordinate temporali del suo pensiero e vissuto, fatto di flash soggettivi e, allo stesso tempo, universali, che albergano in immagini per lo più fatte di disegno ma cariche di quel significato che trasporta sulla tela la propria carne viva, la propria esperienza vitale, così come tutto il mondo si aspetta dagli artisti. Ed è proprio per tali motivazioni che Pupi Fuschi non è mai ferma e ci abitua a dire “prossimamente”.”

Evita Andujar

Monografia dell'artista Evita Andujar

Monografia dell'artista andalusa Evita Andujar con lavori degli ultimi tre anni editato e distribuito dalla Palombi editore, ISBN 978-88-6060-838-3. 
Testi di :
Roberto Gramiccia
Lorenzo Canova
Fabrizio Pizzuto
Giuseppe Carli
Carmelo Cipriani

Il Mediterraneo Invisibile

Catalogo dell'antologica su Piero Guccione

 “Con la sua pittura - spiega il critico Giuseppe Carli - Guccione cerca di entrare fisicamente nelle cose, utilizzando lo sguardo come strumento preliminare che da accesso ad uno studio accurato che potremmo definire un continuo filtraggio dell'oggetto che evoca un carico di malinconia e stupore verso la natura, che è quasi l'unico soggetto di conforto. Ne deriva il quadro come pura emozione, con l'affiorare dell'aria e della luce, tanto da superare la canonica espressione naturalistica molto diversa da quella ottocentesca di Lojacono, seppur il reale è stato per entrambi il punto di partenza. Il suo mare spesso rappresentato come un'unica sottile linea d'orizzonte e una calma superficie piatta sulla quale si muovono le ombre più impercettibili, fornisce uno stimolo minimo, il silenzio visivo necessario a rendere visibile la bellezza alla portata di tutti”

ID-entity

Catalogo della personale del fotografo Marco Bennici

L'artista traspone, in maniera del tutto nuova e suggestiva, le parole di Vincenzo Consolo, esprime la paura nell'annunciare una sorta di addio verso la Sicilia: terra che tutti accoglie e che tutti abbraccia, che racchiude in ogni suo angolo un segreto da scoprire e racconta la sua stessa storia e delle sue molteplici sfaccettature createsi nel tempo. Attraverso figure in movimenti ora delicati, ora irruenti, l'artista ci trasmette le proprie emozioni e quelle dello scrittore, ricoprendo i corpi delle due danzatrici di parole tratte da “Le Pietre di Pantalica” aiutando l'occhio, attento e indagatore, a comprenderne il senso di ogni scatto. A seguito di un complesso studio tecnico della fotografia e con il supporto di modernissime tecniche di stampa nonché del suo enorme background, Marco Bennici fotografa, negli scenografici spazi del teatro Cicero di Cefalù, due ballerine professioniste.

The secret of ligth

Catalogo della personale dell'artista Pierdonato Taccogna

La luce, i suoi buchi neri e i segreti dati da milioni di particelle fluttuanti viste durante lo stato di coma che ha segnato profondamente l’artista. Parte da queste suggestioni il ciclo di opere di Pierdonato Taccogna, che dipinge ciò che ha visto in quel determinato stato vitale, e che continua a vedere in alcuni flash. “La sua espressione di luce – commenta il curatore e critico Giuseppe Carli -  non è a imitazione della realtà come noi la conosciamo e con la quale i grandi artisti del passato si sono confrontati, ma dipinge una sorta di luce eterea fatta di particelle che compongono e scompongono la forma. Non una luce naturale ma dell'anima”. 

Rosalia dai capelli d'oro

Testo Giuseppe Carli Illustrazioni Mariella Cusumano

L'affascinante storia di Rosalia dai capelli d'oro, una bellissima fanciulla dall'animo buono, nata e cresciuta in una famiglia nobile e ricca. Peccato che per lei non sia abbastanza, non perché voglia possedere altro, ma perché, al contrario, desidera una vita più pacata e lontana dagli sfarzi di corte. I vivaci colori delle illustrazioni ci prendono per mano e ci conducono all'importante scelta di Rosalia: abbandonare ogni ricchezza per rifugiarsi nella natura alla ricerca di pace e serenità. Il finale è un tripudio di colori, la festa è tutta per lei. Ispirata alla storia di Santa Rosalia, questa fiaba, intima e allegra, divertirà anche i più piccoli. Età di lettura: da 3 anni.

Buona La Prima!

Catalogo della personale dell'artista Primo Vanadia

L'artista ama vagabondare per le strade di Palermo, sua città natale e la esplora senza un modello o un'idea precostituita. Con il suo sapiente girovagare per la città, l'artista è in cerca di una bellezza dai lati interscambiabili, morbidi e duri.
La composizione è ridotta al minimo e sfrutta al massimo la combinazione naturale delle cose. Sono predilette la luce del crepuscolo e l'aurora perché consentono immagini nitidi e visibili, anche in presenza di un'elaborazione perfetta delle stampe. Con un'inquadratura rigorosa, sempre simmetrica ed ordinata e mai sbilanciata, l'artista si lascia conquistare spesso dalla prospettiva centrale degli ambienti, corredati da pochi elementi. Viene così a crearsi una sorta di relazione amorosa, in cui lo scatto è frutto dell'intimità e aiuta ad abattere le barriere mentali. Primo Vanadia con i suoi scatti, i suoi paesaggi, le sue vedute, ha la capacità di fare dello spettatore un bambino ricettivo, che osserva per la prima volta il mondo circostante. 

SENTINELLE: nuova scuola siciliana

Catalogo d'arte

Una nuova scuola siciliana. Ventuno artisti che, come le sentinelle proteggono l'arte pura, fatta di antiche tecniche, ricettari, schizzi e bozzetti. Una moltitudine di opere meritevoli di essere annoverate nella pittura moderna europea e che potrà essere un nuovo riferimento non solo per la Sicilia, ma anche per tutta l'Europa. È Sentinelle: nuova scuola siciliana, la collettiva ospitata nella splendida location del Villino Favaloro Di Stefano - Piazza Virgilio, Palermo

Ecce Homo

Catalogo della personale dell'artista Alessandro Costagliola

Alessandro Costagliola trasmette con le sue opere un'esplosione continua di emozioni. Le sue sculture rappresentano quei giochi di bambino che ognuno di noi ha fatto con allegria e spensieratezza. Nelle sue realizzazioni però, a giocare non sono i bambini bensì gli adulti, immortalati all'apice del ridicolo, e questa comicità è alla base del diletto dell'artista, che si diverte a plasmare scene di gioco facendole interpretare a degli adulti.

Scongiuro: tra magia e superstizione

Catalogo d'arte

La prestigiosa sala conferenze “Francesco Florio”, all'interno del magnifico complesso di Palazzo Forcella-De Seta, fa da scenario a "Scongiuro: tra magia e superstizione", esposizione a cura del critico d'arte Giuseppe Carli. In mostra 14 artisti, chiamati ad interpretare e rappresentare, con la propria creatività e sensibilità, un mondo magico ispirato dalla cultura popolare siciliana, un patrimonio di tradizioni che trovano nella superstizione una valida alternativa alla spiegazione scientifica e razionale. 

Please reload

© 2015 by Giuseppe Carli. Proudly created with Wix.com